USA by bike: le cinque metropoli da visitare in bicicletta

Potrebbe sembrare una pazza idea un viaggio negli Stati Uniti con una bicicletta, abituati come siamo a pensare alle città USA come a enormi agglomerati costruiti a misura d’auto. A sorpresa, invece, il mondo dei riders statunitensi  è molto attivo -è nata una sottocultura decisamente cool- e le associazioni di categoria si battono con costanza per avere sempre più spazi ciclabili e maggior protezione dagli incidenti. Perché, allora, non provare un viaggio a pedali? Per superare le gigantesche distanze tra una metropoli e l’altra ci sono i famosi  autobus Greyhound o i treni e una volta giunti a destinazione potrete noleggiare con facilità la bicicletta più adatta. 

Il sito bicycling.com ha stilato una classifica delle città statunitensi bike-friendly  e noi di EQUOVIAGGIARE vi riportiamo le prime cinque in elenco, nel caso vi venga voglia di intraprendere l’avventura!

1. Chicago. Il sindaco della città, Rahm Emanuel, ha annunciato la costruzione di 50 miglia di nuove piste ciclabili (molte delle quali separate e protette dalle corsie per auto) nei prossimi tre anni, portando la metropoli in riva al lago Michigan in vetta alla classifica delle città americane con il maggior numero di percorsi urbani protetti dedicati alle due ruote. A Chicago esiste anche il Divvy (www.divvybikes.com), un efficiente sistema di bike sharing che offre anche assistenza alla sicurezza (una pagina del sito è interamente dedicata alle regole delle piste ciclabili e ai consigli su come evitare incidenti), informazioni sui collegamenti con i mezzi pubblici e sconti speciali per studenti, residenti e lavoratori. 

Da non perdere: il Big Marsh Bike Park (ex area dismessa trasformata in un bellissimo parco) dove poter pedalare con la famiglia, praticare il ciclocross o semplicemente rilassarsi in mezzo al verde a soli 20 minuti dal centro della città (www.bigmarsh.org).

Ciclisti al Parco Big Marsh

2.San Francisco. Da anni la metropoli californiana è attenta alle politiche di sostenibilità, incluse quelle dedicate alla mobilità su due ruote. Nel 2015 l’amministrazione cittadina ha portato a termine l’installazione di 800 nuove cremagliere per posteggiare le bici e ha stanziato i fondi per portare il Bay Area Bike Share a 4500 i mezzi a disposizione. San Francisco ha, inoltre, un alto numero di chilometri di piste ciclabili separate dalle strade e molti altri in progetto per i prossimi anni: la competizione con Chicago per diventare la prima città in classifica è aperta. 

Da non perdere: una pedalata sul Golden Gate Bridge, naturalmente, ma anche una giornata all’Angel Island State Park, antica riserva indiana che divenne dopo la guerra civile un centro per l’immigrazione (la Ellis Island dell’Ovest) e che ora ospita un parco nazionale vietato alle auto (www.parks.ca.gov).

La meravigliosa vista del Golden Gate a San Francisco

3.Portland. Vi abbiamo già parlato di questa città dell’Oregon nel recente articolo “Speciale Airbnb” dedicato a chi volesse soggiornare in una casa ecologica (Leggilo qui) . La sottovalutata Portland è una meta da non perdere per diversi motivi, tra i quali l’attenzione alla mobilità ecologica: negli ultimi anni è in forte ascesa il numero di cittadini che rinuncia totalmente all’automobile in favore di mezzi pubblici e biciclette. A Portland arrivano costantemente fondi pubblici per la creazione di nuove piste ciclabili e la messa in sicurezza di quelle già esistenti e, dopo la costruzione dello spettacolare Tilikum Crossing (un maxi-ponte che attraversa il Willamette River vietato alle auto), sono arrivati anche finanziamenti da privati, come i 10 milioni di dollari di Nike destinati alla implementazione del Biketown bike share system. 

Da non perdere: gli eventi super-trendy di PedalPalooza, come la pedalata di Halloween (rigorosamente mascherati), la Foxy Vintage Ride e la World Naked Bike Ride (si pedala nudi o in costume da bagno). Tutte le info sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/pedalpalooza

Allegri partecipanti ad un evento di Pedalpalooza

4. New York City. Poteva mancare in questa classifica la Grande mela? Assolutamente no, visto che il sindaco della città Bill De Blasio è un grande sostenitore delle politiche green ed ha portato a New York un potente piano di sicurezza per prevenire gli scontri tra auto, bici e pedoni che ha ridotto del 22% gli incidenti gravi. Non solo: De Blasio ha anche stanziato 100 milioni di dollari per la messa in sicurezza e la riqualificazione del Queens Boulevard, anche noto come il Boulevard della morte, per permettere ai ciclisti di percorrerlo senza rischi e, insieme all’amministrazione cittadina, ha acconsentito al potenziamento della rete di trasporti pubblici e piste ciclabili (50 miglia di nuovi percorsi nei 5 distretti) per arrivare all’obiettivo di portare a zero gli incidenti causati dal traffico nel 2024. New York è anche la città con i bike-shop più belli e stravaganti del mondo, a sottolineare come la bicicletta sia simbolo di una nuova cultura ecologista, ma anche stilosa! 

Da non perdere:  i golosissimi tour di Brooklyn By Bike, che abbinano le pedalate alla scoperta della multietnica cultura culinaria di Brooklyn, come il Tour de Donut e il Tour de Taco. Info su www.brookynbybike.com

In bici sul ponte di Brooklyn



5. Seattle. È’ una meravigliosa città di attivisti e di cittadini attivi, in cui la bici sta creando un autentica cultura appoggiata dal movimento ambientalista. L’associazione Seattle Neighborhood Greenways si batte costantemente per il diritto agli spazi verdi e alle piste ciclabili e pedonali protette per gli abitanti della città. Un gruppo di cittadini, invece, ha raccolto fondi per 45.000 dollari per ricostruire un’attività di car&bike sharing , la G&O Family Cyclery, andata distrutta in un’esplosione. Con in programma 60 miglia di piste ciclabili di nuova costruzione e migliaia di biciclette  disposizione del Bike-sharing pubblico Pronto, Seattle si candida ad essere una delle città più bike-friendly degli Stati Uniti.

Da non perdere: una pedalata con vista, arrampicandosi sulle sette colline della città grazie ad una bici a pedalata assistita. La potete noleggiare con www.prontocycleshare.com

Le piste ciclabili di Seattle
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...