Come diventare un buon viaggiatore in 5 semplici mosse!

Partire è costantemente il sogno è il desiderio di molti. Fuggire in un posto lontano, cambiare aria, concentrare finalmente le proprie energie su qualcosa di positivo. Ma, una volta a destinazione, sarai in grado di trarre il meglio dal tuo viaggio? Sarebbe bello imparare a trasformare una semplice vacanza in un’esperienza che davvero arricchisca e lasci il segno… Ecco 5 consigli facili facili e attuabili da tutti per imparare a farlo!

  • Cambiare atteggiamento: ora non sei più a casa, nel tuo ambiente naturale. Ora sei in un altro luogo, tutto da scoprire. Hai letto di tutto riguardo la tua meta, prima di partire, o magari ci sei anche già stato, ma non conta! C’è sempre qualcosa da imparare, per cui attiva la modalità ‘viaggio’ nella tua mente e lasciati condurre dal flusso magico della scoperta. Vietato ogni tipo di stereotipo riguardo il cibo, le usanze o le persone che incontrerai. Vietato anche essere di fretta: in viaggio non conta la quantità di cose viste, ma la qualità.
  • Stare lontani dalle strade principali: per scoprire qualcosa di sensazionale, qualcosa che valga davvero la pena di raccontare una volta a casa bisogna imparare a scansare i percorsi troppo battuti. Ci sarà sempre una stradina sperduta e incredibilmente bella che nessuno ha ancora fotografato o un ristorantino defilato conosciuto solo dai locali. Sono questi i luoghi che ti lasceranno il segno, è nel ‘dietro le quinte’ che scorre la vita vera del luogo che stai visitando, non di certo dentro un aereoporto o lungo un’autostrada.
  • Fare conversazione con chiunque: i migliori consigli di viaggio non si scoprono sulle guide cartacee, nè su Internet. I migliori consigli di viaggio si scoprono in loco, chiacchierando con il tassista, con un negoziante, con un artigiano, con il barman o con altri viaggiatori come te che incontrerai. Nessuna guida è più aggiornata di una persona che ha visitato poche ore prima la stessa attrazione che hai in mente di visitare e nessun consiglio sarà più azzeccato di quello privo di interessi di un locale.
  • Fidarsi delle persone: è comune a tantissime persone essere diffidenti quando si viaggia. Si ha paura dell’ignoto, paura del ‘diverso’, paura dell’imprevisto. Pensieri leciti, assolutamente. La paura e la diffidenza sono i campanelli d’allarme che ci aiutano a stare lontani dai guai, ma bisognerebbe imparare a dosarle, a riservarle alle occasioni realmente rischiose. In tutte le altre è bello imparare a fidarsi, farsi aiutare, farsi consigliare per poter vivere intensamente e positivamente ogni attimo del viaggio.
  • Essere un buon ospite: lasciare la camera o la casa nella quale alloggi in ordine -io rifaccio sempre il letto, anche in hotel!- , portare un piccolo omaggio a chi ti ha ospitato, rispettare le regole del buon gusto locali, non fotografare tutto e tutti in maniera spasmodica. Sono regole da seguire sempre. Non dimenticarti mai che quando viaggi diventi ambasciatore del tuo Paese e del tuo popolo all’estero.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...