Viaggio ad Atene: il lato più local e meno global della capitale greca. Parte 2

Nel precedente articolo (https://equoviaggiare.com/2016/02/24/atene-racconto-di-un-amore-a-prima-vista-parte-1/) abbiamo visto come sia facile rimanere incantati dalla ricca storia e alla bellezza delle attrazioni di Atene. Ma se vi piace l’idea di uscire un po’ dai soliti itinerari battuti dai turisti, ecco qualche consiglio per godervi al massimo la città, in modo più sostenibile, vivendola come un locale… Unico avvertimento: prendetevi del tempo, non ve ne pentirete!

  • Partite fuori stagione: in inverno le temperature sono miti, ci sono molti meno turisti in giro e potrete godervi lo spettacolo dei principali monumenti quasi in solitaria, senza code per gli ingressi e senza l’opprimente cappa di caldo estivo che rischia di trasformare le passeggiate in salita in un incubo! Inoltre l’economia degli ateniesi (decisamente in crisi), basata principalmente sul turismo, beneficerà di entrate extra fuori stagione.   
  • Dopo i musei maggiori visitate quelli minori: Atene è ricca di musei, nel centro storico ne incontrerete a decine. Dopo le visite ‘obbligatorie’ alle attrazioni principali, dedicate un paio di giorni extra per scoprire a fondo la città. Rimarrete incantati dal Museo Numismatico, con più di 500.000 monete antiche, collocato nella casa che fu di Heinrich Schliemann, lo scopritore di Troia, dal Museo di Arte cicladica che raccoglie le più rare opere d’arte provenienti dalla civiltà cicladica, ma anche dal Museo Benaki con le sue esposizioni permanenti, eventi culturali e mostre temporanee, dal planetario situato lungo il viale Syngrou, che, con la sua cupola di ben 25 metri e le sue tecnologiche proiezioni, è uno dei migliori al mondo, dal Centro Culurale Onassis, uno spazio espositivo dedicato alle arti figurative, alla danza, alla musica moderne, con eventi di portata internazionale.  
  • Godetevi un pomeriggio di relax sulla collina della Pnika. Quest’area archeologica è poco battuta, ma ha un’importanza simbolica di prim’ordine: è infatti qui che è nata la democrazia. Le riunioni dell’Ecclesia ateniese avvenivano 10 volte l’anno e il popolo era chiamato a partecipare per prender le decisioni. Le persone accorrevano a migliaia, non solo per votare, ma anche per ascoltare gli oratori che avevano qualcosa di interessante da dire. Anche l’Apostolo Paolo ebbe l’onore di parlare alla folla qui, dopo essere sbarcato al porto di Atene durante il suo viaggio dedicato alla diffusione del cristianesimo. Ora, sui resti dell’oratorio della Pnika sorge un parco, con ingresso gratuito e libero, nel quale ci si può rilassare, leggere, passeggiare con il cane o semplicemente godere della maestosa vista sulla città e sull’Acropoli.  
  • Dopo l’archeologia classica…l’archeologia industriale! Il quartiere di Gazi, in fondo a Ermou Street, è un perfetto esempio di come un’ex area industriale dismessa possa essere riqualificata a dovere e diventare un quartiere emergente. Da una vecchia fabbrica di gas-carbone chiusa nel 1984 la Municipalità di Atene ha ricavato il Gazi-Technopolis che ospita un museo, uno spazio espositivo, diversi uffici, due caffè e un laboratorio creativo con tanto di design shop. Se amate le atmosfere post-industriali andateci!  
  • Volontariato nel centro di recupero per tartarughe marine. Nei pressi della spiaggia di Glyfada, raggiungibile con i mezzi pubblici (metropolitana e tram) si trova il centro di ricerca Archelon, che si occupa di studiare, proteggere e reinserire in natura le Caretta caretta. È possibile participare a campus di volontariato contattando il centro tramite mail (volunteers@archelon.gr) oppure semplicemente visitare il centro per scoprire qualcosa di più sulla vita delle tartarughe nei nostri mari.  
  • I cinema all’aperto e il Teatro delle Ombre cinesi. Ad Atene la vita notturna di svolge in strada, con i negozi aperti fino a tardi e i locali con i tavolini all’aperto sempre pieni. Ma per una serata diversa, fuori dagli schemi, potete godervi un film in un famoso cinema all’aperto (ce ne sono diversi in città) come il Cinema Paradiso nella zona centrale di Thisio, datato anni ’50, con le pareti ricoperte di edera, gelsomini e buganvillee. In caso di pioggia, invece, potrete godervi un indimenticabile spettacolo di ombre cinesi al Museo-teatro Spathareio 
  • Urban Trekking. Armatevi di scarpe comode e zaini, perché Atene, nonostante sia un’immensa distesa urbanizzata, è circondata da versi colline e da tanti parchi, dove la vegetazione mediterranea cresce indisturbata. La centralissima collina di Filopappo con il parco della Pnika, il colle Pentelico, il Licabetto sono le aree verdi più note di Atene, ma da non perdere è sicuramente la riserva protetta del monte Parnitha, con numerose specie di uccelli tipici della macchia mediterranea. Oltre ai parchi Atene è una città immensa, tutta da scoprire a piedi, camminando su salite e discese, tra piccole vie e grandi boulevard, tra giardini cittadini e aree verdi più selvatiche.   
  • Bike Tours. Atene è una città molto trafficata, caotica e spesso chi è al volante non rispetta troppo il codice della strada (lo capirete dallo strombazzare di clacson), per cui girarla in bici può trasformarsi in un’impresa pericolosa! Se non volete rinunciare alle due ruote potete affidarvi ad un bike tour organizzato, come quelli proposti da www.webikeathens.gr o ai divertenti Freeday Bike Cruise organizzati dallo staff del City Circus Hostel (www.citycircus.gr/activity 
  • Vivere Atene con gli ateniesi. Sul sito www.withlocals.com o www.thisismyathens.org si possono prenotare esperienze uniche per pochi euro o addirittura gratuitamente, come corsi di cucina greca, passeggiate in luoghi segreti, brunch e food-tour, shopping a km zero e bio, degustazioni di vini, concerti ed eventi. Perché non c’è niente di meglio che scoprire una città in compagnia di chi la vive quotidianamente!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...