Sicilia sostenibile: 10 buoni motivi per visitarla

Mare, sole, ottimo cibo… Tutti conosciamo la Sicilia per le sue bellezze, per il calore dei suoi abitanti, ma l’isola della trinacria non è solo questo: nasconde un’anima  green attenta a preservare l’ambiente e le sue  tradizioni. Ecco 10 buoni motivi per non perdersi una vacanza sostenibile:

1-I prodotti bio. In Sicilia i prodotti tipici sono innumerevoli, dai Pomodori di Pachino, alle arance, senza dimenticare i pistacchi di Bronte o le mandorle della Val di Noto… Molti agricoltori negli ultimi anni si sono convertiti al biologico, consapevoli che un prodotto attento al territorio acquista più valore. Sempre più spesso aderiscono a cooperative o creano filiere per la vendita diretta dei loro ‘tesori’ oppure trasformano le aziende agricole in bio-agriturismi dove far conoscere agli ospiti le produzioni d’eccellenza della Sicilia, a km zero. Aziende Bio Consorziate.

2-Le aree marine protette. Ustica, le Egadi, le Isole Ciclopi, le Pelagie, capo Gallo-Isola delle Femmine, il Plemmiro sono luoghi protetti nei quali sono possibili incontri ravvicinati con un fauna marina spettacolare: coralli, pesci luna, tartarughe, cernie, tonni e barracuda. Non è necessario essere dei sub per apprezzare le bellezze di queste oasi, basta noleggiare un bachino e tuffarsi con maschera e boccaglio, oppure visitando le meravigliose grotte nelle quali, dopo 40 anni,  è tornata a rifugiarsi la foca monaca. Il WWF organizza vacanze-volontariato per imparare a conoscere e a proteggere le specie marine, come il campus di Lampedusa dedicato alle tartarughe. http://www.wwf.it/tu_puoi/volontariato/volontariato_a_lampedusa/

  

 3-Le ferrovie dismesse trasformate in piste ciclabili. In Sicilia ci sono circa 800km di ferrovie in stato di abbandono, molte delle quali venivano utilizzate per il trasporto di materiale dalle miniere di zolfo. Oggi ben 250km di queste ferrovie sono state trasformate in bellissime piste ciclabili grazie al progetto nazionale “ferrovie dimenticate”, come la Dittanio-Assoro-Leonforte in provincia di Enna (con deviazione anche verso Piazza Armerina), la Siracusa-Ragusa-Vizzini che offre la possibilità di pedalare nei pressi di Pantalica o il percorso ferrato del Bosco di Ficuzza, in provincia di Palermo, con il magnifico palazzo di Ferdinando IV di Borbone. Info su Ferroviedimenticate.it 

 

4-Le auto elettriche. Da pochissimo sono state introdotte in Sicilia 100 auto elettriche per sostituire la flotta della ditta Sibeg, produttore e distributore storico di Coca-cola sull’isola. Interessanti i dati derivanti dall’adozione di queste auto elettriche su così larga scala: riduzione delle emissioni di CO2 pari a circa 330 tonnellate in un anno, pari alla quantità assorbita da 24.750 alberi, e l’installazione di 57 colonnine per la ricarica sul territorio regionale, utilizzabili anche da altre vetture, private e non, che porteranno ad un ulteriore abbassamento delle emissioni nei prossimi anni.

5-Il parco dell’Etna. L’unico posto in Sicilia dove nevica, dove si trovano impianti per lo sci e rifugi nei quali gustare piatti tipici di montagna. Un susseguirsi di boschi, ruscelli e piccoli stagni che sembrano rubati a scenari alpini, poi, d’un tratto, tutto sparisce per lasciare spazio a paesaggi lunari, intrisi di silenzi rotti solo dal rombo delle eruzioni. Uno spettacolo che si è giustamente guadagnato il posto nella World Heritage List dell’UNESCO.  Parco dell’Etna

  

6-La pesca attenta e rispettosa. A Mazara del Vallo, la più grande marineria di Sicilia (4000 addetti nel settore della pesca) opera da anni la sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche che si occupa di tracciare e studiare le specie del mediterraneo aderendo al progetto Nuove Rotte per la Blu Economy. Allo studio c’è anche il Peschereccio del Terzo Millennio, un’imbarcazione sostenibile ed ecologica per la pesca selettiva, rispettosa della biodiversità del mare.

7-Le spiagge Bandiera Blu. In testa a tutte San Vito lo Capo, premiata da Legambiente con le 5 Vele (valutazione di Goletta Verde) per la pulizia delle acque, l’accessibilità alla spiaggia e la valorizzazione dell’ambiente, poi Menfi, Lipari, Pozzallo, Ispica e Tusa, tutte località che hanno ottuneto la Bandiera Blu e sono menzionate nella guida annuale del Touring Club.

8-La via dei borghi. Un itinerario di 200 km percorribili a piedi, a cavallo o in mountain-bike attraverso borghi rurali recuperati, nei quali pernottare o semplicemente fare uno stop. Il percorso si snoda tra le province di Trapani, Caltanisstetta, Enna e Catania e vede interessati tantissimi luoghi di particolare interesse architettonico, come Schirò, Borzellino, Petilia e Lupo. La via dei Borghi.

  

 

9-I negozi di abbigliamento vintage. Quella del second-hand è una moda che aiuta l’ambiente, indossare capi vintage e dar loro una nuova combatte lo spreco delle case del fast-fashion che incitano ad acquistare continuamente capi di abbigliamento che spesso finiscono per non essere neppure usati. Non dimentichiamoci che l’industria della moda è, dopo quella petrolifera, la più inquinante al mondo. In Sicilia sono presenti tantissimi negozi vintage, molto amati dai ‘modaioli’. Tra questi: Magazzini Anita a Palermo,  Vestiland a Catania, Freak sempre a Catania, Vintage a Trapani.

10-I Comuni sostenibili. Più del 60% dei Comuni siciliani ha aderito a piani di sviluppo sostenibile per ridurre, entro il 2020, le emissioni inquinanti. Legambiente si è adoperata per promuovere gruppi d’acquisto, formati da privati o aziende, per ottenere impianti fotovoltaici, pompe di calore, pale eoliche o semplici bici elettriche a prezzi scontati, semplicemente compilando un modulo. La Sicilia, per la suo conformazione geo-climatica, ha grandi potenzialità nel settore delle energie rinnovabili e grazie ai piani di sviluppo sostenibile i cittadini possono avere un risparmio i termini di denaro e di emissioni. 

   

    Annunci

    2 commenti Aggiungi il tuo

    1. larosadinaxos ha detto:

      L’ha ribloggato su La Rosa di Naxose ha commentato:
      Altri 10 Buoni Motivi per Visitare la nostra amata Terra!

      Mi piace

    2. Aurora Iblea ha detto:

      L’ha ribloggato su .

      Mi piace

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...